Catalogo

SOCIAL

Newsletter

L'OSPITE Vedi a schermo intero

L'OSPITE

Cortometraggio - Thriller fantastico.
 
Una partita a poker notturna, un enigmatico e sconosciuto ospite e i giocatori che cominciano a sparire inspiegabilmente uno dopo l'altro. Solo l'ultimo rimasto scoprirà il terribile mistero.
 
  • Anno : 2003
  • Durata : 12'
  • Formato : 16:9 - colore
  • Audio : stereo

Maggiori dettagli

1,00 €

Durata accesso
2 giorni
1 video nel prodotto
Con Michele Campobasso, Luigi Ragusa, Enzo Strippoli, Tiberio Vezzoso
Fotografia: Massimiliano Cutrignelli, Marco Martino
Montaggio: Mario Tani
Musiche: Tommaso Danisi
Aiuto regista: Marco Martino
Audio in presa diretta: Tommaso Danisi
Titoli e grafica: Marco Martino
Assistente al doppiaggio: Manlio Di Dio
Assistente di produzione: Gaetano Carofiglio
Versione inglese: Riccardo Faina Abbate
Prodotto da: MAC Film
scritto e diretto da Mario Tani
Una partita a poker notturna, un enigmatico e sconosciuto ospite e i giocatori che cominciano a sparire inspiegabilmente uno dopo l'altro. Solo l'ultimo rimasto scoprirà il terribile mistero. L'ospite racconta una realtà anomala. Tutto è apparentemente normale, ma ad un certo punto le persone cominciano misteriosamente a sparire. Non ci sono segnali che ne facciano capire il perché. La verità è nascosta dietro la realtà evidente. Ancora una volta il reale e l'immaginario si mescolano insieme creando un mondo in cui qualunque cosa può accadere in qualunque momento. In un'atmosfera sospesa, sottolineata dall'efficacissima colonna sonora, l'impenetrabile Ospite mescola le carte per una nuova partita con il destino.
L'Ospite è un film per certi versi differente dagli altri che ho fatto fin ora. Quello che cambia è il modo in cui il tempo è raccontato. Nei film precedenti c'era un forte senso del ritmo che accompagnava gli eventi, perciò si aveva l'impressione che tutto durasse molto poco. Qui invece il tempo è dilatato, ogni inquadratura serve a rallentare il ritmo e il tempo è percepito come passaggio inevitabile da una condizione all'altra. Credo che questo contribuisca ad aumentare il senso di mistero e instabilità che c'è per tutto il film, incuriosendo lo spettatore fino all'ultimo. Inoltre la fotografia è un omaggio al cinema di Dario Argento e alle sue pellicole piene di colore degli anni ’70.
  • 2004 - Giovani & Corti, Bari
  • 2004 - Festival del Corto Cinematografico, Bari - TERZO CLASSIFICATO
  • 2005 - Corti a Confronto, Bari - TERZO CLASSIFICATO
  • 2005 - Volo D'Angelo Film Festival, Roma
  • 2006 - Lorenzago Aperta Film Festival, Belluno
  • 2006 - ToHorror Film Fest, Torino
  • 2009 - Interiora Tiburtino Horror Festival, Roma

  • 2005 - La Gazzetta del Mezzogiorno, martedì 22 novembre
  • 2006 - La Gazzetta del Mezzogiorno, domenica 3 dicembre
  • 2009 - Il Corriere della Sera, martedì 19 maggio 2009

  • 2005 - La7, La 25° Ora - Il Cinema Espanso