Catalogo

SOCIAL

Newsletter

Temporary Road. (una) Vita di Franco Battiato. Vedi a schermo intero

Temporary Road. (una) Vita di Franco Battiato.

Documentario - Biografico.

Film riconosciuto di INTERESSE CULTURALE NAZIONALE dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali – Direzione Generale per il Cinema (MiBAC).

Come spesso succede con i grandi artisti, il percorso esistenziale e quello creativo di Franco Battiato si sovrappongono al punto da costituire una cosa sola. La ricerca musicale di Battiato è stata sempre accompagnata da un attento scavo introspettivo, costantemente nutrito da una tensione spirituale di cui l’attività di Battiato, non solo nella musica, reca tracce numerose ed evidenti.

  • Anno : 2013
  • Durata : 70'
  • Formato : 16:9 4k - colore
  • Audio : 2.0 e 5.1

Maggiori dettagli

10,00 €

Durata accesso
2 giorni
1 video nel prodotto
Un film di Giuseppe Pollicelli e Mario Tani
Prodotto da Mario Tani
Con Franco Battiato
Organizzazione generale: Antonella Dipierro
Supervisione storica e interviste: Giuseppe Pollicelli
Direttore della fotografia: Nicola Saraval
Montaggio: Alessandro Latrofa, Giuseppe Pollicelli, Mario Tani
Suono: Tommaso Danisi
Operatori: Cristian Benaglio, Valerio Coccoli, Walter Pernazza, Nicolò Eugenio Primo Digital Imaging Technician: Giacomo Rebuzzi
Colorist: Mark Vamge
Assistente di produzione: Ferdinando Cocco
Elettricista: Lorenzo Baraghini
Macchinista: Roberto Cardellini
Runner di produzione: Fabio Strano, Giacomo R. Bartocci
Fotografi di scena: Stefano Blasi, Gianluca Leonardi
Prodotto da MAC Film con il supporto di BEAM Studio, Pasticceria Digitale, Tutto Digitale, con il sostegno di Auditorium della Conciliazione – Roma, Motoperpetuopress e con il patrocinio del Comune di Milo (Catania)
Distribuito da Nexo Digital

Film riconosciuto di INTERESSE CULTURALE NAZIONALE dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali – Direzione Generale per il Cinema (MiBAC).
Come spesso succede con i grandi artisti, il percorso esistenziale e quello creativo di Franco Battiato si sovrappongono al punto da costituire una cosa sola. La ricerca musicale di Battiato è stata sempre accompagnata da un attento scavo introspettivo, costantemente nutrito da una tensione spirituale di cui l’attività di Battiato, non solo nella musica, reca tracce numerose ed evidenti. Il documentario Temporary Road intende ripercorrere - per mezzo di una lunga conversazione con Battiato e attraverso esclusive riprese che documentano il dietro le quinte dei concerti recenti, la registrazione dell’ultimo album in studio e numerosi momenti del tour di Apriti Sesamo - le tappe fondamentali di una straordinaria vicenda umana all’insegna dell’arte e dell’evoluzione interiore.
Le risposte alla domanda «Perché un documentario su Battiato?» potrebbero essere molteplici. Una, la più ovvia, è però (forse) la più corretta: su Franco Battiato non è stato mai realizzato prima d’ora un film che ne racconti, in maniera strutturata e analitica, la lunga e articolata traiettoria artistica e umana. Tante interviste (sparse fra tv, web e carta stampata); qualche raccolta ricavata dal repertorio delle apparizioni televisive o dei video musicali (una sola delle quali, per la verità, rilevante); molti testi critici o informativi, alcuni anche di grande interesse. Tanto materiale, insomma, ma misto, sparpagliato e, per certi versi, sfuggente. L’appassionato e l’estimatore che volessero studiare l’arte di Battiato - e i legami di quest’ultima con la biografia del musicista - dovrebbero farlo in maniera autonoma, impegnandosi a ricostruire il lungo cammino (tuttora in pieno e tumultuoso svolgimento) dell’artista siciliano e sforzandosi di comprendere che, come direbbe Battiato stesso, «Il tutto è più della somma delle sue parti». L’opera intende essere più di un documentario e nasce con il proposito di risultare un vero e proprio film, un lavoro completo che ripercorra le orme di una carriera, iniziata ormai quasi cinquant’anni fa, considerabile, senza alcuna remora, come uno dei tasselli più significativi nel mosaico della musica contemporanea (non soltanto italiana). Per ricostruire al meglio la parabola professionale ed esistenziale di Battiato, il documentario proporrà immagini inedite ed esclusive, alcune fasi della registrazione in studio, il dietro le quinte del tour estivo del 2012 e numerosi momenti dal tour di Apriti Sesamo, suo ultimo album, oltre che immagini di repertorio. A fare da collante, la musica dello stesso autore. Temporary Road è un prodotto che vuole puntare al cinema, prima di ogni altra collocazione (e non è stata casuale la scelta di girare nello splendore del 4K), ma allo stesso tempo desidera parlare a tutti, rivolgersi ai fans di Franco ma anche al grande pubblico, per il quale il documentario rappresenterà un’occasione di approfondimento e riscoperta dell’arte di Battiato.

GIUSEPPE POLLICELLI (Roma, 1974). Giornalista. Inizia a occuparsi già molto giovane di fumetti, illustrazione e cinema d’animazione, collaborando con importanti riviste del settore quali Fumo di chinaComic Art. Nel 1998 cura l’ufficio stampa della manifestazione romana  ExpoCartoon e organizza la mostra CinquanTex, dedicata al più famoso personaggio della Bonelli, casa editrice di cui diviene un collaboratore. Nel 2000 pubblica con Daniele Bevilacqua la raccolta di saggi Bonelli & dintorni e nel 2003 fa parte del comitato scientifico della manifestazione Romics, dedicata al fumetto. Con Andrea Materia cura l’opera in due volumi Comicswood. Dizionario del cinefumetto, mentre, fino al 2010, prosegue le sue collaborazioni con diverse riviste tra cui Ciak Il Mucchio selvaggio, Linea d’ombra, Blue e Musica leggera. A partire dal 2006 lavora come consulente editoriale per la Coniglio Editore, presso cui pubblica la raccolta di poesie Che quantità d’amore vuoi. Dal 2010 scrive per il quotidiano Libero, sia in qualità di giornalista culturale sia come autore di inchieste e dossier. È inoltre uno dei collaboratori di punta dell’inserto satirico domenicale LiberoVeleno, per cui firma articoli, cura rubriche e realizza vignette.

MARIO TANI (Bari, 1976). Produttore e regista, si laurea in Storia e Critica del Cinema alla Sapienza di Roma con una tesi su Dario Argento. Come cineasta, gira sin dal 1990 corti, spot pubblicitari, video musicali e documentari, e partecipa ad importanti festival di cinema sia italiani che stranieri. Nel 2002 è Gillo Pontecorvo a premiare il suo cortometraggio L’affaire a Cinecittà, mentre numerosi sono i riconoscimenti ottenuti con i successivi cortometraggi Un certain regard (2006) e Le dernier combat (2010). Ha prodotto, fra gli altri, il cortometraggio, La stagione dell’amore (2012) di Antonio Silvestre, presentato in anteprima al Festival Internazionale del Film di Roma, e Temporary Road. (una) Vita di Franco Battiato (co-diretto insieme a Giuseppe Pollicelli), primo film documentario sul musicista siciliano, presentato al 31° Torino Film Festival e riconosciuto Film di Interesse Culturale Nazionale dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Direzione Generale per il Cinema (MiBAC). È tra i fondatori di MAC Film, di cui è CEO dal 2005. Nella sua filmografia: Dies Irae (1998), L’anello di Moebius (2000), The Buzz (2001), Rumori di città (2001), L’Ospite (2003), Emigranti (2008), Ad ogni danz (2010), Donne in emigrazione (2011).

  • 2013 – Torino Film Festival, Torino

  • 2013 – Il Messaggero, sabato 23 novembre
  • 2013 – La Gazzetta del mezzogiorno, mercoledì 27 novembre
  • 2013 – Il Mattino, mercoledì 27 novembre
  • 2013 – La Sicilia, mercoledì 27 novembre
  • 2013 – Il Giornale, mercoledì 27 novembre
  • 2013 – L’Unione sarda, giovedì 28 novembre
  • 2013 – La stampa, venerdì 29 novembre
  • 2013 – Libero, venerdì 29 novembre
  • 2013 – Libero, venerdì 29 novembre
  • 2013 – Leggo, venerdì 29 novembre
  • 2013 – Il Fatto quotidiano, sabato 30 novembre
  • 2013 – La Repubblica, sabato 30 novembre
  • 2013 – La Stampa – Torino, sabato 30 novembre
  • 2013 – La Stampa, sabato 30 novembre
  • 2013 – Il Messaggero, domenica 1 dicembre
  • 2013 – L’Eco di Bergamo, lunedì 2 dicembre
  • 2013 – La Gazzetta del mezzogiorno, martedì 3 dicembre
  • 2013 – La Repubblica XL, giovedì 5 dicembre

  • 2013 – Rai1, Il Cinematografo
  • 2013 – 105 Live, Radio Vaticana
  • 2013 – Turin Film Festival, FRED Channel 2
  • 2013 – Sky Cinema News, Sky Italia

  • Distribuito in sala.